L'ULTIMO FERRAGOSTO

una giornata popolare

Sicilia, ITALY, 2015

 

 

Il termine Ferragosto deriva dalla locuzione latina feriae Augusti (riposo di Augusto) indicante una festività istituita dall'imperatore Augusto nel 18 a.C. L'antico Ferragosto aveva lo scopo di collegare le principali festività agostane per fornire un adeguato periodo di riposo, anche detto Augustali, necessario dopo le grandi fatiche profuse durante le settimane precedenti. La ricorrenza fu assimilata dalla Chiesa cattolica: intorno al VII secolo, si iniziò a celebrare l’Assunzione di Maria, festività che fu fissata il 15 agosto.  La tradizione popolare della gita di Ferragosto nasce invece durante il ventennio fascista. A partire dalla seconda metà degli anni venti, nel periodo ferragostano il regime organizzava, attraverso le associazioni dopolavoristiche delle varie corporazioni, centinaia di gite popolari, grazie all'istituzione dei Treni popolari di Ferragosto, con prezzi fortemente scontati. L'iniziativa offriva la possibilità anche alle classi sociali meno abbienti di visitare le città italiane o di raggiungere le località marine o montane. Nel tempo, la celebrazione di questa festività ha assunto connotazioni e usanze pagane e religiose differenti adattandosi alle mode ma mantenendo una connotazione originaria. Nelle giornate del 14 e 15 agosto, centinaia di uomini, donne, bambini, famiglie usano dirigersi verso le spiagge libere delle coste siciliane dove mettono in atto una vera e propria colonizzazione temporanea del litorale. Tende, gazebi, recinti, borse frigo, teglie di cibo di ogni genere, barbecue, gruppi elettrogeni, frigoriferi, casse musicali, stereo, lampadine, sono solo alcuni degli oggetti che si possono osservare per rendere il più possibile confortevole la permanenza sulla spiaggia. E come dimenticare l’immancabile muluni d’acqua (anguria) sotterrato sulla battigia per mantenersi fresco sotto il cocente sole africano. Queste usanze, pur trasgredendo ogni forma di regolamento e legalità, rappresentano la testimonianza di una tradizione millenaria, di una ritualità di usi e costumi che rischia di scomparire con la privatizzazione dei lidi e le misure di rigore delle amministrazioni locali.  Esse rappresentano le ultime tracce di una democrazia del divertimento, della convivialità e della giovialità che ereditiamo dai nostri avi.

Show More
  • Twitter di base nero
  • Facebook Basic Black
  • Google+ Basic Black
  • Instagram Basic Black
  • Pinterest Basic Black
  • LinkedIn Basic Black
  • YouTube Basic Black

​© 2020 NUCCIO ZICARI, All Rights Reserved. All images and texts are covered by copyright.